La mia esperienza e formazione nel Counselling Psicogenealogico e Psicomagico.

0
201
Psicomagia di Alejandro Jodorowsky Trieste

Negli anni ‘90 ebbi modo di conoscere Alejandro Jodorowsky durante una formazione a Roma riguardante la Psicomagia e la Psicogenealogia, parole allora sconosciute ai più, spesso accolte con denigrazione e sospetto, come avviene spesso quando si giudica ciò che non si conosce veramente.

Aveva appena finito di scrivere e pubblicare uno dei suoi libri più importanti, I Vangeli per guarire oltre a Psicomagia. Ho avuto modo di ammirare il grande lavoro interiore che l’Uomo Alejandro ha fatto oltre al suo essere regista, scrittore ecc..per cercare continuamente e trovare modi e strumenti interiori per guarire le ferite interiori riportate in se stesso e per gli altri esseri umani animati da questa volontà’.

Durante quella formazione ricevetti una telefonata dai miei cari per avvisarmi che uno dei miei amati Anima/li, Carol, una cagnolona dolcissima e molto anziana, si era spenta serenamente nel sonno, e i miei due mici le erano accanto con il rispetto consueto che gli Animali mostrano in questi casi, coccolando e consolando le mie figlie.

In quella circostanza Jodorowsky comprese benissimo il mio stato d’animo, dimostrando grande rispetto e sensibilità.

Sicuramente i suoi metodi erano molto diversi da un altro grande Guaritore, Daskalos, (Stylianos Atthlesis) che e’un altro mio importante percorso di formazione in questa “Universitàs” di vita dedicata all’Anima; per tanta gente le modalità di lavoro interiore proposte da Alejandro possono risultare “troppo”, eccessive, talvolta estreme per cui nel mio modo di lavorare come Counsellor psicogenealogico e consulente psicospirituale ritengo sia necessario, modulare in modo compassionevole a seconda della sensibilità e del vissuto di ognuno senz’altro da rispettare, ma nella mia esperienza con Jodorowsky e assistendo alle sue consulenze, ebbi modo di vedere che mai andò a forzare, solo a consigliare le persone, suggerendo atti (azioni) che potevano avere il potere (rendere possibile) di trasformare o trasmutare (magico) gli schemi abitudinari che non facevano stare bene o che impedivano l’espressione più autentica di se’.

Sono molto grata a Jodorowsky per il percorso e formazione che ho fatto e per aver testimoniato quanto il male patito possa non far diventare “strumento “ a sua volta del male chi ne e’ colpito ma impegnandosi ad ampliare la Conoscenza e la Coscienza Umana, unici modi per andare oltre la Dis/Umanità.

Spero che sia stata apprezzata la proiezione dedicata al suo lavoro al Cinema Nazionale a Trieste, ringraziando tutte/i gli organizzatori che si sono dedicati per la realizzazione di questo evento.

Con Gratitudine,
Viviana